Lun05202019

Last update11:50:02 AM

Back Sei qui: Home

IL PRESIDENTE DI MARIA DICHIARA: "ABBIAMO VOLUTO TUTELARE LA SALUTE DEI CITTADINI"

Questione pozzi ASI: dichiarazione del Presidente Antonio Di Maria 


Un ruolo centrale nella vicenda dei pozzi dell’Area Asi di ctr. Ponte Valentino di Benevento è stato giocato dalla Provincia. Dopo aver emesso una ordinanza che vietava l’emungimento e l’utilizzo delle acqua di falda nell’area di pertinenza dell’area industriale alle porte della città capoluogo, la Provincia, acquisita una documentazione supplementare presentata dai Soggetti produttivi presenti nella zona, ha riesaminato la posizione dello stesso Consorzio Asi e della Società Nestlè ed ha disposto la parziale modifica del precedente provvedimento, autorizzando dunque i prelievi. “la Provincia di Benevento – ha rimarcato il Presidente Di Maria – ha operato nel rispetto delle norme ma pure con buonsenso. Ossia ha tutelato prioritariamente la salute dei cittadini con l’interdizione dell’uso dell’acqua dei pozzi, ma, alla luce dei risultati delle analisi, come dia impostazione iniziale, ha rivisto quanto disposto sì da non danneggiare le aziende”.

MODIFICHE PARZIALI ALL'ORDINANZA DI DIVIETO DI ATTINGIMENTO NELL'ASI DI PONTE VALENTINO

Comunicato Stampa n. 324 del 17 maggio 2019

Ordinato il ripristino del prelievo della risorsa del pozzo dell’Area di Sviluppo Industriale in ctr. Ponte Valentino esclusivamente per quanto attiene il funzionamento dell'Impianto di Depurazione del Consorzio ASI.

Questa la disposizione contenuta in un provvedimento firmato stamani dal Segretario generale – Direttore e dal Responsabile del Servizio Gestione Integrata delle Risorse Idriche della Provincia di Benevento, rispettivamente dott. Franco Nardone e arch. Raffaele Rabuano.

L’Ordinanza, notificata al Consorzio Asi pochi minuti or sono, è stata assunta “in via cautelativa e precauzionale” ed interviene a modificare parzialmente quella del 15 maggio scorso che disponeva la interdizione per trenta giorni dell’uso dei pozzi dell’area di Ponte Valentino, a seguito della denuncia presentata dalla Società “Leonardo”, operante nella stessa area, di riscontro della presenza di inquinamento da Cromo nel proprio pozzo.

Le ragioni che hanno indotto la Provincia alla modifica parziale del provvedimento del 15 maggio sono da ricercarsi nei documenti presentati nelle scorse ore dal Consorzio ASI alla Provincia riguardanti l’impianto di depurazione dello stesso Consorzio e la mancanza di sforamenti per quanto riguarda il Cromo Esavalente.

Nell’Ordinanza di parziale revoca, la Provincia, che ha preso atto delle attestazioni dell’Asi, ha raccomandato allo stesso Consorzio “di monitorare costantemente i valori, campionando il Cromo Esavalente ed il Cromo Totale, provvedendo a notiziare con immediatezza questo Ente e l'ARPAC”.

 

 

Comunicato Stampa n. 328 del 17 maggio 2019

 

La Provincia di Benevento ha autorizzato il ripristino del prelievo della risorsa idrica dai tre pozzi presenti all’interno dell’impianto industriale della Nestlè spa nell’Area di Sviluppo Industriale di contrada Ponte Valentino di Benevento.

Lo ha disposto nel pomeriggio di oggi una nuova Ordinanza a firma del Segretario generale – Direttore e dal Responsabile del Servizio Gestione Integrata delle Risorse Idriche della Provincia di Benevento, rispettivamente dott. Franco Nardone e arch. Raffaele Rabuano, di modifica parziale del provvedimento dello scorso 15 maggio che vietava gli emungimenti alla Nestlè Spa dai suoi tre pozzi.

La parziale modifica è stata decisa dopo l’esame della documentazione presentata sia dal Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale di Benevento che dalla stessa Azienda in data 15.5.2019 circa gli esami condotti da una Società specializzata sulle acque dei tre pozzi, dai quali “non si evidenziano alterazioni riguardanti la presenza di Cromo Esavalente e Cromo Totale”, come si legge nel provvedimento assunto dalla Provincia.

La stessa Nestlè, inoltre, ha presentato alla stessa Provincia in data 16.5.2019 una ulteriore documentazione con i dati del monitoraggio giornaliero effettuato da Società specializzata dal quale si evince che, dai parametri utilizzati “l’acqua analizzata è conforme al D.lgs n. 31 del 02.02.2001 All. 1 e D.Lgs. n. 152/2006 parte IV Titolo V Allegato 5 Tab. 2”.  

L’Ordinanza della Provincia, adottata nel pomeriggio di oggi, infine, raccomanda “alla Società Nestlè Spa di monitorare costantemente tutti i valori, campionando in maniera prevalente il Cromo Esavalente ed il Cromo Totale e di provvedere a notiziare con immediatezza questo Ente e l’Arpac”.




INTERDETTI IN VIA CAUTELARE E PER 30 GIORNI I POZZI A CTR. PONTE VALENTINO DI BENEVENTO

Comunicato Stampa n. 320 del 15 maggio 2019
Interdetto con effetto immediato e per trenta giorni l’uso dei pozzi nell’area del Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale di Benevento in ctr. Ponte Valentino.
Lo ha disposto stasera una Ordinanza, assunta in via cautelativa e precauzionale, a firma del Segretario - Direttore Generale e del responsabile di Servizio Gestione Integrata Risorse idriche della Provincia di Benevento, rispettivamente dott. Franco Nardone e arch. Raffaele Rabuano.
L’Ordinanza fa seguito alle conclusioni di una riunione in Prefettura convocata stamani per esaminare la denuncia resa pubblica da una Azienda insediata nell’Area Industriale di Ponte Valentino secondo la quale, nelle acque dei pozzi presenti nel perimetro aziendale, era stata rilevata una anomala Concentrazione della Soglia di Contaminazione per Cromo Esavalente e Cromo Totale.
Tutti i proprietari e titolari di Aziende e/o conduttori di abitazioni e/o fondi agricoli serviti dai pozzi della predetta zona del Consorzio ASI di Ponte Valentino e cioè circa 60 Soggetti sono tenuti al rispetto della Ordinanza medesima.
Il provvedimento è indirizzato al Comune di Benevento, al Consorzio per l’Area Industriale, alla Prefettura, alla Regione Campania e ai suoi Servizi competenti, all’Arpac, al Distretto Idrografico dell’Appennino Meridionale, all’Ente Idrico Campano, alla Gesesa, al Comando Provinciale dei Carabinieri, al Comando Provinciale Carabinieri Forestali ed alla Polizia Municipale del capoluogo.      Commentando l’Ordinanza, Antonio Di Maria, Presidente della Provincia di Benevento, ha dichiarato: “Gli Uffici della Provincia di Benevento hanno adottato un provvedimento per i pozzi dell’Asi di Ponte Valentino quale atto dovuto a seguito della gravità della denuncia presentata da parte di una Azienda che colà opera: difatti, è esplicitamente dichiarato che l’Ordinanza è assunta in via cautelare e precauzionale. E’ evidente, dunque, che non è assolutamente intenzione della Provincia di Benevento né creare allarme, né tanto meno danneggiare chicchessia e le attività produttive presenti nella zona. La Provincia di Benevento è disponibile ad esaminare le singole situazioni, caso per caso, qualora i Soggetti interessati dal provvedimento intendano documentare la mancata presenza di agenti inquinanti nei pozzi di pertinenza aziendale”. 

STANZIATI 477MILA EURO PER LA MANUTENZIOONE STRAORDINARIA DELLA DISCARICA DI SANT'ARCANGELO TRIMONTE

Comunicato Stampa n. 327 del 17 maggio 2019


La Provincia di Benevento ha incaricato la Società partecipata Samte s.r.l. di provvedere alla manutenzione straordinaria della viabilità, ai sistemi di drenaggio e regimentazione delle acque, alle opere provvisorie di copertura e alla rete di captazione del biogas presso la discarica di Sant'Arcangelo Trimonte.

Lo ha disposto il Presidente della Provincia Antonio Di Maria che ha fatto proprio un progetto in tal senso predisposto dalla stessa Samte e a lui proposto dal Servizio Ambiente della Provincia.

Il progetto mobilita risorse finanziarie per 477mila Euro da reperire sul redigendo Bilancio di previsione 2019 della Provincia.

L’intervento è ritenuto di rilevanza strategica dal Presidente Di Maria anche al fine di dare corso alle prescrizioni dell’Arpac e dello stesso Tribunale di Benevento, nonché al fine di procedere alla auspicata riattivazione dei conferimenti.

CASELLA PEC PROVINCIA DI BENEVENTO

Comunicato Stampa n. 313 del 12 maggio 2019
La casella PEC del protocollo generale della Provincia di Benevento all’indirizzo: “ Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ” non è operativa allo stato, a causa di un disguido tecnico del fornitore del servizio.
E’ possibile pertanto inviare corrispondenza PEC alla Provincia di Benevento utilizzando la casella PEC alternativa:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.