Mar07072020

Last update03:45:13 PM

Back Sei qui: Home

DI MARIA: "LA SAMTE DIVENTI SOCIETA' IN HOUSE DELL'ENTE D'AMBITO"

Comunicato Stampa n. 1060 del 07 Luglio 2020
La Provincia di Benevento con il Presidente Antonio Di Maria ha proposto al Tavolo insediato dal Prefetto per la gestione della vertenza Samte che tutte le Istituzioni facciano fronte comune e si assumano le proprie responsabilità per la definizione di una programmazione integrata del ciclo provinciale dei rifiuti nel Sannio.
A tale scopo, la Provincia con Di Maria ha proposto in sede di discussione al Tavolo l’adozione di un provvedimento analogo a quello avviato nel salernitano dove la Società Ecoambiente Salerno, omologa della Samte, istituita dunque con lo stesso Decreto Legge del 2009, è stata acquistata al prezzo simbolico di un Euro dall’Ente d’Ambito al fine di rimarcare la responsabilizzazione dello stesso Ente nell’impiego di uomini e mezzi per tutti i servizi connessi al trattamento dei rifiuti. La Ecoambiente Salerno diverrà, dunque, una Società in house: seguire questa stessa strada, secondo Di Maria, per il quale la proposta costituisce una svolta programmatica dopo mesi di immobilismo progettuale, significa anche rimettere in moto le attività dell’Azienda stessa per riproporla quale Soggetto di attuazione dei compiti d’Istituto individuati con il Decreto Legge che dichiarava nel 2009 la fine dell’emergenza rifiuti in Campania.
Il Tavolo, sotto la presidenza del Prefetto Francesco Antonio Cappetta, ha visto riuniti: la Commissione di Liquidazione della Samte guidata dal Commissario Carmine Agostinelli; l’Ente d’Ambito guidato dal Presidente Pasquale Iacovella; le Organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil in rappresentanza dei lavoratori della Samte; mentre hanno partecipato per la Provincia di Benevento, oltre al Presidente Di Maria, il Direttore generale Nicola Boccalone e il Responsabile dell’Avvocatura Giuseppe Marsicano.
La Provincia ha rappresentato ai partecipanti al Tavolo la propria posizione nella vertenza e nel complessivo contesto della gestione del ciclo rifiuti che è quello di sopperire ad un vuoto istituzionale fornendo supplenza sia in termini gestionali che finanziari (in particolare per quanto concerne la raccolta del percolato). La Provincia ha anche lamentato ancora una volta le criticità derivanti al sistema dei rifiuti dal mancato rispetto degli accordi assunti dalla Regione Campania in materia di rimozione delle ecoballe presenti sul territorio  e di perequazione dei costi di gestione delle discariche dismesse. La Provincia ha quindi auspicato che venga assunta una visione univoca da parte delle Istituzioni locali con piena assunzione di responsabilità gestionali al fine di impedire, tra l’altro, che il Sannio venga aggredito da insediamenti di impianti di trattamento rifiuti, assai sovradimensionati rispetto alle reali necessità del territorio e finalizzati esclusivamente a rispondere alle esigenze delle altre realtà sovra- provinciali. In questo contesto, ha quindi dichiarato Di Maria, sarebbe auspicabile che anche nel Sannio sia seguita la strada intrapresa nel salernitano a proposito dell’avvio della procedura per l’acquisto, al prezzo simbolico di un Euro, della Società omologa della Samte, la Ecoambiente Salerno, da parte dell’Ente d’Ambito.
Al termine del confronto, su proposta del Prefetto, si è preso atto che entro giovedì prossimo saranno acquisite le adesioni dei Comuni del Sannio alla cartolarizzazione del debito accumulato nei confronti della Samte aderendo alle possibilità dischiuse dal “Decreto Rilancia Italia” che interviene a sostegno degli enti locali in difficoltà. Nei prossimi giorni sarà reso pubblico l’elenco dei Comuni che non hanno inteso aderire alla predetta opportunità.
Il Tavolo ha altresì preso atto che nella stessa giornata di giovedì 9 luglio, il Consiglio Provinciale discuterà della vertenza rifiuti, avviando una prospettiva di programmazione della gestione del ciclo rifiuti a tutto tondo finalizzata anche a cancellare l’ipotesi che il Sannio e Benevento, in particolare, divengano ricettacolo di rifiuti regionali e polo di attrazione di una impiantistica sovradimensionata proprio a causa della carente programmazione politico-programmatica. 

IL1° LUGLIO DI 70 ANNI FA IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA EINAUDI RENDE OMAGGIO A BENEVENTO A GIROLAMO VITELLI

Comunicato Stampa n.1056 del 1° luglio 2020
Settant'anni fa, il 1° luglio del 1950, Benevento e il Sannio accoglievano il Presidente della Repubblica, Luigi Einaudi, venuto in città per inaugurare la seconda Fiera campionaria della Camera di commercio, a piazza Risorgimento, dove, peraltro, fu scoperta la statua dell’insigne neurologo Leonardo Bianchi, nato a San Bartolomeo in Galdo (BN).
Una visita storica, quella di Einaudi, che marcò beneficamente il faticoso percorso di ricostruzione della Città capoluogo, dopo i lutti e le macerie lasciati, prima, dalla Seconda Guerra Mondiale, con le decine e decine di bombardamenti aerei degli Alleati tra l’agosto e l’ottobre del 1943, e, successivamente, nell’ottobre del 1949, dall’alluvione e conseguente esondazione del fiume Calore.
Il Presidente della Repubblica, inoltre, dopo aver fatto tappa al Teatro Romano, accompagnato dal sindaco Vincenzo Cardone, presenziò, con l'Arcivescovo Mancinelli, alla posa della prima pietra per la ricostruzione del Duomo e dell'Episcopio, polverizzati, appunto, sette anni prima, dalle ripetute incursioni dei bombardieri.
«È un dovere — afferma il Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria — fare memoria della nostra storia e del nostro passato. Perché ci inducono a guardare al passato come fonte di ispirazione e di stimolo per il presente. Ma anche a ritrovare lo spirito comune e l'unità morale che consentirono la ripresa del nostro Paese, della Città di Benevento e del Sannio dopo tante sciagure, tanto dolore, tanta distruzione causati dalla violenza dell’Uomo e della Natura. La visita del Presidente Einaudi del 1950 è significativa perché incoraggiò gli sforzi della nostra operosa gente a rialzare la testa e testimoniò lo straordinario contributo recato dal Sannio alla scienza, alla cultura e alle arti. 
Ed è, infatti, motivo d'orgoglio particolare per me ricordare che, in occasione di quella visita, il Capo dello Stato, accompagnato dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Giulio Andreotti, non solo rese omaggio a Leonardo Bianchi, ma, nel prosieguo della giornata fu anche ospite della mia comunità, Santa Croce del Sannio, dove vi giunse in treno, accolto alla Stazione ferroviaria dal sindaco Antonio Cristofaro, per partecipare, insieme con altri eminenti studiosi, a un Convegno dedicato alla figura del nostro concittadino Girolamo Vitelli, uno dei più importanti filologi di tutti i tempi».
Una figura, quella del Vitelli, tutta da "riscoprire". Nato a Santa Croce del Sannio il 28 luglio 1849, studiò alla "Normale" di Pisa, prima di trasferirsi a Firenze come professore di Lingua Greca e Latina. Si ritirò dall'insegnamento nel 1915 per potersi dedicare agli studi di papirologia. Nel 1920 fu nominato Senatore del Regno, quale membro della Regia Accademia delle Scienze. 
Il Presidente della Provincia di Benevento Antonio Di Maria ha voluto dunque ricordare questi momenti della storia e queste figure così straordinarie di Benevento e del Sannio in una contingenza quale quella attuale che vede ancora una volta la sua gente impegnata a ricominciare sull'esempio del passato. 

CONVOCATO IL CONSIGLIO PROVINCIALE PER IL 9 LUGLIO 2020

Comunicato Stampa n. 1055 del 30 giugno 2020

Il Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, ha convocato il Consiglio Provinciale in prima convocazione per il giorno 9 luglio 2020, alle ore 11.00, ed in seconda per il giorno 10 luglio 2020 alle ore 11.00, presso la Rocca dei Rettori nella Sala Consiliare, in Benevento, per la trattazione del seguente Ordine del giorno:
1)        Presa d’atto della decadenza dalla carica del Consigliere Provinciale Renato Lombardi – surroga con il primo dei non eletti della Lista n. 1 “Partito Democratico” (art. 45 D. Lgs 267/2000).
2)        Lettura e approvazione verbali seduta precedente del 31.12.2019 dal n. 58 al n. 67.
3)        Comunicazioni del Presidente.
4)        Art. 114 D. lgs 267/2000 – Adeguamento e modifiche allo Statuto della Azienda Speciale ASEA.
5)        P.O.C. Campania 2014-2020, Linee d’Azione 1.3, 2.1, 2.4, 3.2. - “Servizio per la manutenzione integrata della rete strade regionale – Lotto 2 Provincia di Benevento” - Contratto di appalto rep. n° 2785 del 29/08/2019 - C.U.P. I89J18000230002, C.I.G. 7558171006 - Delibera del Presidente della Provincia di Benevento N.247 del 15/06/2018 – Accordo ex art.15 della legge n.241 del 15/08/1990 - Contratto di affidamento dei lavori del 29/08/2019, Rep. n.2785 - comunicazioni del Presidente – Determinazioni.
6)        Ciclo integrato dei rifiuti ( D. Lgs 152/2006) Legge Regionale Campania n. 14/2016 – Fase transitoria dello stato di attuazione ai fini dell’adozione del Piano d’Ambito da parte dell’EDA di Benevento – comunicazioni del Presidente – Determinazioni.
Di Maria ha comunicato che, in relazione proprio al punto n. 6 (Ciclo integrato dei rifiuti), sono stati invitati a partecipare alla seduta anche il Presidente dell’EDA, Pasquale Iacovella, ed il Presidente dell’Organismo di Liquidazione della SAMTE, Carmine Agostinelli, per raccordi ed eventuali interventi.
Il Presidente della Provincia ha, infine, voluto rammentare che, per la normativa relativa alla emergenza COVID-19 ed alle relative regole di distanziamento sociale e di utilizzo dei sistemi di protezione individuale, tutti i Consiglieri provinciali dovranno attenersi al protocollo di sicurezza della Provincia in particolare: dotandosi di mascherina protettiva e rispettando il distanziamento tra gli scranni.

IL BENEVENTO CALCIO E' IN SERIE A: LE CONGRATULAZIONI DEL PRESIDENTE ANTONIO DI MARIA

IL BENEVENTO CALCIO E' IN SERIE A: LE CONGRATULAZIONI DEL PRESIDENTE ANTONIO DI MARIA

Il Benevento Calcio, battendo al "Ciro Vigorito" la Juve Stabia,  ha conquiistato con sette giornate di anticipo la matematica promozione in Serie A.
Il Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, ha rilasciato la seguente dichiarazione a commento di questo risultato sportivo.

"La promozione in serie A del Benevento Calcio costituisce uno straordinario risultato sportivo che resterà per sempre negli Annali, insieme ai nomi di tutti i ragazzi che, con la guida tecnica di Filippo Inzaghi e quella manageriale del Presidente Oreste Vigorito e del suo staff, l’hanno ottenuto con pieno, indiscutibile ed indiscusso merito. 
Questa rivendicazione non è la solita chiacchiera o vanteria da Bar Sport: è, invece, la (per quanto possibile) fredda e distaccata lettura dei numeri di questo Campionato 2019/2020 di Serie B. 
Non vi possono essere dubbi o incertezze sui valori tecnici ed agonistici espressi in questa Stagione dai Giallorossi su tutti i campi d’Italia, quando la distanza in termini di punti registrata tra la prima e la seconda classificata al termine del Campionato è tale da potersi definire abissale.
La Strega ha vinto in una Stagione sportiva inedita, contrassegnata dalla lunga sospensione per la pandemia da Coronavirus: lo stop forzato di circa tre mesi, però, non ha intaccato i valori tecnici ed atletici già espressi nella prima parte del Campionato. E questa è una ulteriore prova del dominio granitico esercitato dagli Stregoni su tutti gli avversari.
A fronte di tutto questo, però, devo dire che non riesco a gridare di gioia, come avrei voluto e come sarebbe stato giusto in altre circostanze, se cioè non si fosse verificata l'aggressione di un nemico invisibile chiamato Covid-19. 
Non potendo e non volendo dimenticare il dolore e la sofferenza causati anche nel nostro Sannio da tutto quello che è successo; rivolto, a capo chino, un pensiero a chi ha fronteggiato, purtroppo talvolta senza successo, quella terribile sfida; rinnovata la gratitudine a chi ha salvato o contribuito, con il proprio lavoro, a salvare vite umane, impedendo il dilagare della pandemia; sono, dunque, davvero onorato di poter esprimere, a nome personale e dei Sanniti tutti, le congratulazioni più sincere ai Calciatori, ad Inzaghi, a tutti i Collaboratori del Benevento Calcio e, naturalmente, a Vigorito per quello che hanno costruito in questi mesi incredibili. Ed augurare loro un: ad maiora”.
Antonio Di MariaPresidente della Provincia di Benevento

VERTENZA ESAF: DI MARIA "LA MANUTENZIONE DELLE STRADE PROVINCIALI E' UNA NOSTRA PRIORITA' ASSOLUTA"

Comunicato Stampa n. 1052 del 29 giugno 2020
La Provincia di Benevento in materia di manutenzione della rete stradale provinciale ha un solo interesse: che i lavori vengano immediatamente ripresi, eseguiti a regola d’arte con l’impiego delle risorse umane e dei mezzi materiali precisamente indicati dai contratti, e che gli accordi siano rispettati in pieno da parte della Ditta esecutrice dei lavori stessi, progettati, appaltati e finanziati dalla Regione Campania, che e assicura la regia dell’intervento.
E’ questa la sintesi del preannunciato incontro svoltosi stamani e protrattosi per alcune ore presso il Salone della Formazione della Provincia al Largo Carducci alla presenza dei rappresentanti della Regione Campania, della Esaf, affidataria dei lavori; e dei Dirigenti e funzionari della Provincia: il Direttore Generale Nicola Boccalone, il Dirigente Tecnico Angelo Carmine Giordano, il Responsabile dell’Avvocatura Giuseppe Marsicano e i tecnici Michelantonio Panarese, Salvatore Minicozzi, Filippo Iadanza, Giancarlo Marcarelli.
Una riunione, quella odierna, pretesa dal Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, per fare chiarezza su ruoli e responsabilità nei rapporti tra Regione Campania, Provincia e Società appaltatrici.
Dall’esito dell’incontro è emersa indubitabile la posizione della Provincia che, in realtà, non ha alcun adempimento da mettere in campo, bensì è essa stessa a credito di lavori, in relazione a quanto previsto e programmato negli atti di appalto.
Le conclusioni dell’incontro hanno assegnato all’Esaf, che intanto ha onorato le spettanze dovute ai lavoratori per il mese di maggio, di presentare alla Provincia una ipotesi di programmazione delle attività previste in contratto tese a recuperare in termini di lavoro quanto già anticipato finanziariamente dalla Regione. In sostanza, dovrà essere presentato un crono-programma, coerente con i patti sottoscritti, che metta in condizione soprattutto l’Ente Provincia di poter finalmente vedere soddisfatte le proprie aspettative di manutenzione del patrimonio stradale.
Dal canto suo, la Provincia, recepiti gli atti presentati da Esaf, si rapporterà immediatamente con il Comitato Tecnico operante presso la Regione al fine di verificare la loro rispondenza agli obblighi ed alle specifiche contrattuali ed, in caso di esito positivo del confronto, procederà a sostenere finanziariamente l’appalto.
La Provincia ha di nuovo mostrato disponibilità all’impostazione di sistema nel senso di veder ripagate le proprie aspettative da tutti coloro che sono coinvolti nella procedura, ma a patti e condizioni: e cioè appunto alla verifica puntuale della volontà di Esaf di mettere a disposizione dei lavoratori tutti mezzi meccanici necessari ai compiti previsti dalla manutenzione stradale.
In mancanza, la Provincia non esisterà a proporre alla Regione la risoluzione in danno del contratto.
Si avvia, dunque, a soluzione la vertenza Esaf che anche oggi, dopo le due manifestazioni e i presidi dei giorni precedenti, ha visto decine di lavoratori scendere in piazza per reclamare il mantenimento dei posti di lavoro e il rispetto dei loro diritti.
Gli stessi lavoratori, attraverso una delegazione sindacale di quattro Rappresentanti, sono stati informati sull’esito del confronto e delle dinamiche successive avviate per la definitiva attuazione ed esecuzione del progetto di manutenzione.
Il Presidente della Provincia, Antonio Di Maria, ha dichiarato: “la Provincia di Benevento vuole che sia eseguita e bene la manutenzione della rete stradale e garantito il diritto alla mobilità dei cittadini. Si tratta di un dovere primario anche perché su questo fronte sono impegnate ingenti risorse finanziarie pubbliche che devono essere impiegate nell’interesse esclusivo dei cittadini. La Provincia è altresì impegnata a veder realizzati i lavori mirati alla manutenzione sia in termini ambientali che di sicurezza. Le conclusioni del confronto odierno vanno in questa direzione. Mi aspetto che tutti rispettino i patti”.